Oliver Stone, il governo messicano e i colori di Juarez

Image

E’ già pronto a far discutere per l’ennesima volta e, anche in questa circostanza, Oliver Stone non si sottrae alle dichiarazioni forti. Il regista americano, questa volta, tira in ballo il governo messicano e le sue responsabilità nel nuovo lavoro in uscita il mese prossimo.
“I colori di Juarez” è una sintesi della nascita, crescita e rapida decaduta di un bambino dei bassifondi, il quale viene allevato direttamente da una squadra di boss del cartello più efferato della città e cresciuto come il perfetto criminale.

Alla conferenza stampa di presentazione, il regista di Platoon ha accusato pubblicamente il governo messicano ed il presidente Pena Nieto di chiudere gli occhi di fronte ai gruppi paramilitari legati alle bande mafiose che imperversano nella zona. La risposta non si è fatta attendere e lo stesso presidente messicano ha diffidato Oliver Stone dall’ingresso in territorio messicano, previsto per il prossimo 28 aprile in occasione della prima assoluta del film, prevista nella suggestiva località di Camargo, altra capitale della malavita messicana.

Sotto accusa anche gli attori del film: Vanessa Ferlito è obiettivo delle proteste femministe per aver difeso la sua scelta di inscenare (e giustificare) il ruolo di una madre subalterna, mentre Hugo Stiglitz, mentore criminale del protagonista Jesus Zavala, ha dichiarato pubblicamente di comprendere il ruolo della malavita locale data l’assenza dello stato nelle operazioni di sicurezza dello stato del Chihuahua.

Nel film, al momento però esente da critiche, compare in un breve cammeo anche il popolare cantante Luciano Ligabue, leader corrotto di un movimento politico locale ucciso in una retata della polizia con conseguente sparatoria.
L’uscita del film in Italia è prevista per metà maggio.

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s